Ha chiuso i battenti ICity Lab 2017, la manifestazione che ha caratterizzato a livello nazionale e internazionale la discussione sul concetto delle Smart City e sulla sfida per il rilancio delle città più sostenibili e digitali.

Durante le due giornate si sono confrontati circa 190 relatori impegnati in 32 convegni e tavoli di lavoro in cui si sono raccontate e condivise esperienze e soluzioni relative al tema delle città sostenibili e intelligenti.

In ogni caso, come pure ha sottolineato il direttore generale di FPA Gianni Dominici, risulta fondamentale il coinvolgimento attivo dei cittadini. Molte amministrazioni scontano, infatti, un ritardo culturale e tecnologico che impedisce di predisporre i giusti strumenti per andare incontro alle esigenze della cittadinanza e valorizzare la partecipazione civica.

Questo non è sicuramente il caso del Comune di Monza. Infatti, l'iniziativa di FPA “ICity Rate", che mappa le città più smart d'Italia, posiziona Monza tra i capoluoghi più smart e sostenibili in Italia.

Il convegno del 25 ottobre, organizzato da KDM con la collaborazione del Comune di Monza (“Non solo dematerializzazione. Come digitalizzare i processi dell’ente locale per semplificare servizi e risparmiare risorse”) ha infatti focalizzato la riorganizzazione e la digitalizzazione dei processi in ambito “ente locale”, dimostrando come l’esperienza del Comune di Monza abbia veramente avviato un importante lavoro di semplificazione digitale e sostenibile a favore dei bisogni e delle esigenze dei cittadini e a favore della crescita dei territori.

Vai all’intervista.